Nizza: il punto della situazione, una settimana dopo l’attentato

nizza

Ricapitoliamo:   Versione ufficiale – il terrorista filo-Isis,ha compiuto la strage dopodiché è stato ucciso dalle forze di polizia.   Ma poi emerge che il tizio a cui hanno attribuito la responsabilità non era un integralista: al contrario, non faceva Ramadan, beveva alcoolici, frequentava locali gay: di certo non sembra essere il ‘provetto’ cadetto islamico. Ma non solo. Come abbiamo … Continua a leggere

Il mistero dell’autore della strage di Nizza: qualcosa non torna!

C_2_articolo_3020685_upiImagepp

Anche sulla tragedia di Nizza ci sono alcuni particolari che non quadrano. Ad iniziare dall’autore del gesto. Ci hanno detto che era da solo e che è stato ucciso, ma un testimone ha registrato un video mentre questo veniva arrestato, fatto uscire dal camion e ammanettato da numerosi agenti, tanto che alcuni avendo sentito dire che l’autista era morto, hanno … Continua a leggere

Jobs act francese, Francia di nuovo paralizzata, ma i media tacciono

download

Nuovi scontri a Parigi nel corso di manifestazioni contro la riforma del lavoro: ma i media italiani non hanno riportato la notizia. Giovedì 55.000 francesi, secondo le fonti del sindaco, o 15.000 secondo le autorità, hanno sfilato dalla Piazza della Bastiglia a Place d’Italy, contro la riforma del lavoro, che nelle stesse ore è stata approvata dal Senato. Ora il … Continua a leggere

L’ISIS è una grande operazione occidentale: ecco le evidenze che lo provano – DOSSIER

ISIS

ISIS, terrorismo, strategia dell’orrore con decapitazioni e quant’altro: vogliamo credere che le potenze occidentali abbiano commesso così tanti gravi errori di valutazione, uno dopo l’altro? La regia occidentale è evidentissima. In ogni circostanza. Dalla creazione delle condizioni in Iraq, Siria e Libia per rendere possibile la nascita dell’ISIS, e alla creazione stessa del gruppo. Questo lungo articolo può essere considerato … Continua a leggere

ISIS è il risultato delle precedenti “guerre al terrorismo” che dovevano “liberarci di loro”

0011830675

Di veritanwo Sembra di essere tornati all’11 Settembre. Dal momento degli attentati di venerdì scorso, il mondo politico ed i media, incessantemente, non parlano di altro. Telegiornali, talk show, tribune politiche, giornali, blogger. L’agenda politica internazionale. I parlamenti. Le parole del Pontefice. Tutti parlano di terrorismo, e come nel caso dell’11 Settembre, i toni sono tali da alimentare paura e … Continua a leggere

Controllo globale ed esercito europeo: ecco le conseguenze degli attacchi di Parigi

download

Ad appena 72 ore di distanza dalla tragedia parigina, iniziano a delinearsi le prime conseguenze, sia a livello mondiale, che europeo e nazionale. Ieri notte l’aviazione francese ha colpito Raqqa, la “capitale” dello pseudo stato islamico in Siria. Almeno 30 raid hanno colpito la città, che ospita il quartier generale dell’ISIS. Secondo quanto riferito dalle “fonti ufficiali” sarebbero stati colpiti … Continua a leggere

Francia, misure anti-smog: lo Stato pagherà 25cent al KM chi si reca a lavoro in bicicletta!

piste-cyclabile

Il governo francese ha annunciato una misura per incentivare i cittadini ad utilizzare la bicicletta per recarsi a lavoro, in modo da ridurre il traffico e le emissioni inquinanti. Chi decide di usare la bicicletta per andare a lavoro riceverà un’indennità di 25 cent per ogni km percorso. La somma maturata sarà esente dalle tasse. L’idea si ispira a quanto … Continua a leggere

Siria: ora che ISIS sta soccombendo, la Francia inizia non meglio specificati “raid”. Cosa bolle in pentola?

download (1)

Una sanguinosa e cruenta guerra da quasi 5 anni insanguina la Siria. Una guerra che gli USA, con il sostegno o con il silenzio assenso delle altre potenze occidentali, hanno voluto e alimentato in tutti i modi possibili. In un primo momento gli USA hanno armato e finanziato (in modo da poter ingaggiare mercenari) i gruppi terroristici che Obama definisce … Continua a leggere

Una delle migliori aziende dove lavorare in Francia? La MONSANTO!!!

grande-monsantoland

Cari amici, mentre tutte le grandi aziende riducono al minimo i salari, per ridurre il costo del lavoro, e spremono i dipendenti come limoni, per ottenere il massimo possibile in termini di produttività (riducendo allo stretto necessario il numero dei dipendenti. Vedi Amazon) C’è una azienda che fa parlare di sé molto positivamente. Sapete di chi si tratta? Di MONSANTO! … Continua a leggere