Senatore Usa: “USA ed i suoi alleati sono i responsabili del terrorismo in Siria”

Di seguito vi proponiamo l’interessante traduzione di un articolo apparso niente di meno che sul Washington Post, che conferma come dietro alla nascita e all’ascesa del terrorismo in Siria ci siano gli USA ed i loro alleati; discorsi in parte sovrapponibili a quelli che abbiamo proposto nel dossier L’ISIS è una grande operazione occidentale: ecco le evidenze che lo provano – DOSSIER e nel precedente, sulla nascita di ISIS, Ecco come è “nato” ISIS, grazie ad Al Baghdadi, agente della CIA

Veritanwo

Senatore Usa: Washington ed i suoi alleati sono i responsabili del terrorismo in Siria, da loro finanziato e sostenuto

Il senatore Richard Black a Palmira

Un senatore statunitense, Richard Black, eletto nella Virginia, ha realizzato un viaggio di tre giorni in Siria per incontrarsi con il Presidente Assad ed ha fatto importanti dichiarazioni.
Lo stesso senatore, nel corso di una riunione tenutasi a Damasco con il presidente Bashar al-Assad e con altri funzionari del Governo siriano, ha manifestato la sua intenzione di volersi sincerare delle persecuzioni a cui sono state sottoposte le minoranze cristiane.

“Sono in attesa che si voglia cambiare la nostra politica demenziale (degli USA) circa la Siria. Bisogna sapere che la Siria è un paese dove sia le donne che le minoranze religiose, dispongono di maggiori diritti che in qualsiasi altra nazione del mondo arabo“, ha dichiarato Black in una serie di messaggi di testo destinati al Washington Post.
“Noi (gli USA) ci troviamo in alleanza con due delle nazioni più vili della terra, Arabia Saudita e Turchia,che sono impegnate ad imporre un governo fondamentalista (wahabita) sul popolo siriano”.

Il senatore Richard Black, non ha avuto alcuna remora nel condannare il governo americano:
“I terroristi che agiscono in Siria contro il legittimo governo e contro il popolo siriano sono sostenuti dagli Stati Uniti e aiutati da Francia, Gran Bretagna, Nato, Unione Europea, e dagli stati arabi del Golfo Persico. Uomini armati di tutto punto che stanno distruggendo la civiltà. Nel loro desiderio di rovesciare quella nazione libera in Medio Oriente che è la Siria, hanno causato distruzione e devastazione. Sono orgoglioso di essere qui con Assad, sarò la voce del popolo e del governo siriano negli Stati Uniti”.

Senatore Richard Black con Assad
Senatore Richard Black con Assad

Parole pesantissime quelle del senatore Black, che ha sottolineato come la crisi in Siria sia stata progettata dai governi occidentali attraverso i propri servizi di intelligence. Per il senatore americano, se la Siria fosse sconfitta dal terrorismo, ci sarebbero gravi ripercussioni in tutto il mondo, ma l’intervento della Russia ha ribaltato la situazione sul campo, considerato che la coalizione a guida Usa non aveva ottenuto alcun risultato.

Il senatore repubblicano, dopo una visita alle città di Palmira e Homs, si è recato nei campi profughi interni dove il governo siriano assiste gli sfollati dalle zone di guerra.

Un portavoce del Senato, Jeff Ryer, ha riferito che “il senatore Black viaggia in Medio Oriente, come fa da tempo, nello sforzo di proteggere la sicurezza delle minoranze cristiane in questa parte del mondo”.
Il leader della minoranza Richard Saslaw ha scherzato circa la tendenza di Black di entrare in temi polemici sulla politica estera dell’Amministrazione USA.
“La maggior parte della gente non starebbe preoccupata per il fatto che Dick Black viaggi in Siria”, ha detto Saslaw. “La maggiore preoccupazione sarebbe probabilmente per quando Dik Black stia tornando dalla Siria”
Questa non è la prima volta che Black, un veterano del Vietnam e ed un ex avvocato dell’Esercito, ha avuto un contatto con il regime di Assad. Nel 2014 aveva  scritto una lettera di elogio per Assad che fu pubblicata dal presidente siriano sulla sua pagina di Facebook.

Fonte: Washington Post

Traduzione e sintesi : Manuel De Silva per controinformazione.info