Riunione Trilaterale a Roma: ecco il programma del meeting dei potenti

Dagospia ha divulgato il (presunto) programma della reunion della Commissione Trilaterale che si svolgerà a Roma. Qui il link all’articolo.

Gli italiani che parteciperanno al meeting sono la Ministra Boschi, Gentiloni, Monica Maggioni (Presidente della RAI e membro anche del gruppo Bilderberg) Cingolani, Guerra, Gutgeld.

Non appare tra i partecipanti, quasi a sorpresa, Mario Monti, che della Commissione Trilaterale è stato membro di spicco, ricoprendo anche l’incarico di Presidente Europeo (c’è anche un presidente americano e uno asiatico)

Evidentemente dopo aver ricoperto l’incarico di premier e aver distrutto l’economia italiana, provocando danni paragonabili ad una guerra, Monti è stato messo da parte, almeno per ora. Membro di Bilderberg, Trilaterale, Aspen Institute, Spinelli group, legato alle grandi banche americane e alle agenzie di rating, Monti era molto potente ed influente anche prima di essere nominato premier italiano. Quell’incarico anzi, lo ha “esposto” e gli ha provocato la perdita di moltissimi consensi, ma lui, che non è uno sprovveduto, sapeva che quello era il suo compito. Il suo governo fece quelle scelte impopolari che il centrodestra o il centrosinistra non avrebbero potuto fare direttamente, ma ricordiamo come PD e PDL abbiano sostenuto il governo Monti, in assenza di opposizione…

Il logo della Commissione Trilaterale.

La Commissione Trilaterale ha reso noto il proprio programma, per fare apparire l’appuntamento un “normale meeting”, la stessa strategia adottata dal gruppo Bilderberg negli ultimi anni, annunciando la riunione e rendendo nota la lista dei partecipanti, e nessuno sembra ricordare che capi e rappresentanti di governi non potrebbero riunirsi privatamente con i leader dell’economia, dei media e delle multinazionali, a porte chiuse.

La divulgazione del “programma” è con tutta probabilità una “messinscena”, di certo non vengono a dire ai cittadini i loro argomenti di discussione, e le eventuali decisioni assunte.

Questi gruppi sono il trait d’union tra governi, media e poteri forti, ed è grottesco che “magicamente” i membri di questi consessi sembrino sempre destinati a “fare strada” e ricoprire le più alte cariche nazionali e sovranazionali, in ambito europeo. Questi gruppi hanno lo scopo di assicurare che i governi, i media e coloro che hanno il potere di influenzare le nostre vite, “remino nella stessa direzione”, quella voluta dalle elite…

veritanwo