Marra denuncia la Banca d’Italia per il signoraggio! Ecco il testo, FATE GIRARE AL MAX!!!

Marra denuncia contro il signoraggio. Marra annuncia una coraggiosa denuncia contro il SIGNORAGGIO, e chiede alla magistratura di intervenire! Ovviamente i Media CENSURANO… la facciamo girare noi? Glielo facciamo sapere agli italiani cosa fa questo coraggioso avvocato?

L’avvocato Alfonso Luigi Marra, divenuto celebre in tutto il mondo per la sua lotta al signoraggio bancario e ai gruppi paramassonici come il “Gruppo Bilderberg”, annuncia che presenterà denuncia contro la Banca d’Italia, e tramite il suo profilo Facebook, ne divulga il testo. L’avvocato intende presentarla alla magistratura il 18 Giugno prossimo, in occasione di una manifestazione da lui stesso promossa.

Per leggere o scaricare la denuncia, clicca qui – vedi l’evento FB

La denuncia di Marra

Nella denuncia, “contro l’articolata fenomenologia criminale detta signoraggio“, l’avvocato Marra chiede “il sequestro, la confisca, l’esproprio, delle quote illecitamente private della Banca d’Italia e della BCE, nonché dei proventi illeciti realizzati, e la punizione dei rei”. Secondo la tesi di Marra, che ci sentiamo di sostenere a spada tratta, il fatto che le Banche private gestiscano il 95% delle quote della Banca d’Italia, che a sua volta controlla il 12,3% delle quote della Banca Centrale Europea, costituirebbe un illecito, e chiede alla magistratura di intervenire, “restituendo ai cittadini la sovranità monetaria”.

La manifestazione davanti alla Procura della Repubblica – Vedi evento FB

Marra denuncia. L’avvocato ha annunciato che presenterà la denuncia alle autorità il 18 Giugno, data in cui avrà luogo una manifestazione, organizzata dallo stesso avvocato, davanti agli uffici della Procura della Repubblica, a Roma, per chiedere ai magistrati di dare seguito alla sua denuncia.

L’adesione di Vittorio Sgarbi, Elio Lannutti, avv. Carlo Taormina, Giulietto Chiesa e avv. Marco Della Luna

L’istrionico politico e critico d’arte Vittorio Sgarbi, che già in passato aveva preso parte ad alcune iniziative promosse dall’avvocato Marra, sempre su tematiche simili, ha annunciato tramite la sua pagina Facebook di sostenere l’iniziativa di Marra: “aderisco alla manifestazione promossa dall’avvocato Luigi Marra in programma il 18 giugno.” ha reso noto Sgarbi. A favore dell’iniziativa si è schierato fin da subito anche l’avvocato e scrittore Marco Della Luna, che in un articolo pubblicato sul suo blog, dove esprime sostegno nei confronti dell’iniziativa, definisce “fondate” le argomentazioni giuridiche proposte dall’avv. Marra.

Marra ha inoltre reso noto, tramite Facebook, di avere incassato il sostegno di Elio Lannutti, avv. Carlo Taormina e Giulietto Chiesa. Di alcuni ne avevamo parlato nel precedente articolo Della Luna, Lannutti, Sgarbi, Taormina a sostegno di MARRA contro il signoraggio!

Ovviamente, la coraggiosa iniziativa di Marra è stata CENSURATA, fatela girare sui social!

Veritanwo

2 pensieri su “Marra denuncia la Banca d’Italia per il signoraggio! Ecco il testo, FATE GIRARE AL MAX!!!

  1. IL SIGNORAGGIO E’ FORSENNATAMENTE NEGATO CON INFINITE ED INCONGRUENTI VARIANTI DAGLI ASSERVITI ALL’ USURA.
    INVECE ESISTE ED E’ LA BASE SU CUI GLI STATI DEMOCRATICI FONDANO LA PROSPERITA’ DEI CITTADINI E L’ USURA IL POTERE MALVAGIO PER AGGREDIRE E NUOCERE ALL’ UMANITA’.
    Parlo di banconote per meglio oggettivare e spiegare il signoraggio. Dalla fase di creazione del denaro dal nulla, possibile grazie all’ usurpazione della sovranità monetaria delle nazioni, fino al costo di produzione di 3 centesimi della banconota da 500 euro, si compie l’ innegabile fatto che, al primo passaggio, cioè al momento della prima consegna, gli usurpatori-stampatori incassano la differenza fra 3 centesimi del costo di produzione e la cifra facciale esposta che è pari a 499, 97 euro + gli interessi.
    Non vi è attività nella storia di tutti i tempi che, in termini percentuali, abbia realizzato un simile guadagno e abbia dato analogo potere parassitario illimitato a gruppi monopolizzatori impegnati con tutte le loro forze a difendere il raggiro.
    I criminali della finanza, che condizionano la vita della gente tramite questo semplice trucco, hanno il terrore che il popolo li scopra e li condanni anche per tutta la sofferenza che hanno causato e causano all’ umanità che pacificamente lotta da secoli per vivere e progredire.
    I criminali della finanza, dopo aver comperato tutte le case editrici che trattavano i sani temi della vera economia sociale, hanno sostituito i testi pubblicando le loro teorie fasullamente complicate e contorte, il cui fine ultimo, guarda caso, è sempre predare le ricchezza degli altri.
    Una bella pagina è stata scritta dagli studenti universitari americani che hanno contestato i professori e le loro lezioni accusandoli di insegnare come rapinare i popoli.
    Annoto ultimamente che anche in rete vi sono dei giovani e delle vecchie cariatidi senza dignità che si sbracciano nel difendere l’ indifendibile, forse perché già pagati o forse nella speranza che gli usurai si accorgano di loro e facciano cadere qualche banconota nelle loro tasche.

    • infatti bisognerebbe anche obbligare oltre a denunciare e confiscare , lo stato ad adottare la moneta di proprietà del portatore

I commenti sono chiusi.