Warning: Declaration of WP_SimplePie_Blog_Item::get_id() should be compatible with SimplePie_Item::get_id($hash = false) in /membri/veritanwo/wp-content/plugins/blogger-importer/blogger-importer-blogitem.php on line 24

Warning: Declaration of WP_SimplePie_Blog_Item::get_links($linktypes) should be compatible with SimplePie_Item::get_links($rel = 'alternate') in /membri/veritanwo/wp-content/plugins/blogger-importer/blogger-importer-blogitem.php on line 24

Warning: Declaration of Blogger_Import_List_Table::prepare_items($blogs, $JSInit) should be compatible with WP_List_Table::prepare_items() in /membri/veritanwo/wp-content/plugins/blogger-importer/blogger-importer-table.php on line 14
La "mamma di Baltimora" e le montature dei media occidentali | La verità sul Nuovo ordine mondiale
Crea sito

La “mamma di Baltimora” e le montature dei media occidentali

Il video della mamma di Baltimora che è andata a prendere suo figlio, già pronto per gli scontri col la polizia, nel bel mezzo di una manifestazione che sarebbe poi sfociata in scontri, ha fatto il giro del mondo.

La notizia è stata rilanciata dalle televisioni, da tutti i giornali, sul web è diventata “virale”, ma la chiave di lettura che è stata proposta è assolutamente distorta e non aderente alla realtà.

Quasi tutti i media, e poi anche i blogger e l’opinione pubblica, il “commentatore medio”, hanno elevato la madre a “paladina della legalità”, per avere impedito al figlio di prendere parte agli scontri, ai danneggiamenti. Una chiave di lettura che è stata immediatamente presa per buona da tutti e rilanciata.

imagesIn realtà, dopo il risalto mediatico ottenuto dalle sue gesta, la “madre di Baltimora”, intervistata dalla CBS, ha confessato di essere andata a prendere suo figlio per paura delle violenze della polizia:  “E’ il mio unico figlio. Non voglio che diventi un altro Freddie Gray” – ha dichiarato la signora, riferendosi ad un giovane di 25 anni, di colore, ucciso a sangue freddo mentre era in custodia dalla polizia. L’ennesima vittima della violenza della polizia di Baltimora, criticata persino dal Presidente Obama: “a Baltimora troppi decessi legati alla polizia“.

L’intervista della mamma di Baltimora:

Nessuna motivazione educativa o morale per il fatto che il figlio si trovasse a manifestare con il volto coperto, pronto agli scontri, ma il terrore di perdere il proprio amato figlio, ucciso dalla polizia, fatto che negli Stati Uniti sta diventando molto frequente, specie tra la popolazione di colore.

Poche ore dopo, nonostante le autorità avessero imposto il coprifuoco a partire dalle 22:00, e nonostante le strade fossero pattugliate da 3.000 tra poliziotti e membri della “guardia nazionale”, hanno avuto luogo altri scontri, con 10 arresti, ma fortunatamente nessuna vittima. Dopo le polemiche per l’ennesima uccisione brutale della Polizia, hanno pensato bene di non esagerare con la violenza, almeno fino al prossimo omicidio…

Veritanwo