Quasi nessuno percepisce l’impatto del SIGNORAGGIO sulle nostre vite…

Il signoraggio bancario viene considerato come un problema “lontano”, e persino chi conosce la grande truffa tende a non comprendere a fondo quanto questa incida sulle nostre vite.1622763_10201637451917360_1616374409_n

Ci lamentiamo (giustamente) quando il canone RAI aumenta di 1€, quando il pedaggio autostradale aumenta di 20 cent, quando la benzina aumenta di altri 5 centesimi di euro, ma tutti se ne fregano o non capiscono che la PERDITA DELLA SOVRANITA’ MONETARIA ci costa 100 miliardi di euro all’anno SOLO a titolo di interessi!
 
Il debito pubblico ormai è più elevato del PIL, con la differenza che il debito aumenta, mentre il PIL diminuisce di anno in anno, una situazione insanabile. Per tamponarla svendono i pochi beni e aziende rimaste almeno in parte pubbliche, ma questo non solo non risolverà la situazione, ma ci impoverirà ancora di più, rimandando i problemi di qualche anno.
 
Abbiamo pagato qualcosa come 3.400 MILIARDI di interessi negli ultimi 33 anni, e ci ritroviamo un debito che ammonta a 2.125 e che aumenta di 7/8 miliardi di euro al mese.
Chiudono le piccole imprese, quelle grandi delocalizzano, abbiamo perso milioni di posti di lavoro e quindi ingenti perdite anche per le casse dell’erario, che vede diminuire le entrate. Per continuare a pagare gli interessi sul debito pubblico ai banchieri privati e per garantirsi i loro privilegi, la classe politica ha aumentato le tasse all’inverosimile, tagliando tutti i servizi, dalla sanità all’istruzione, alla pubblica sicurezza e le manutenzioni. Paghiamo di più, ed i servizi diminuiscono: DOVE FINISCONO I SOLDI? C’è qualcuno che se lo chiede, oppure no?
 
Ormai buona parte delle imposte vengono trasferite nelle casse delle banche per pagare INTERESSI; soldi che vengono sottratti all’economia reale e aspirati dalle banche, che li reinvestono per realizzare altri profitti, in un sistema dove la loro ricchezza è il nostro impoverimento.
 
Ma non capite che i politici che vi aizzano come belve furiose contro i migranti – che ci costano 1,5 miliardi all’anno – OCCULTANDO IL SIGNORAGGIO, vi prendono in giro? Vi manipolano, vi distraggono, rendono possibile la grande truffa.
Lo stesso discorso vale anche per quei giornalisti e quei politici che anziché prendersela con gli immigrati, se la prendono con “gli evasori”, o con la corruzione: fenomeni che ci sono sempre stati, e che danneggiano l’economia, ma non sono la radice di tutti i mali, definizione che spetta di diritto al signoraggio e alla mancanza di sovranità monetaria.
 
Questa è gente che fa gli interessi dei potenti, è tutto così evidente che non capisco come così tante persone stentino a comprenderlo.
Se oggi la tua busta paga, da 1.800€ lordi ripulita dalle tasse è di 1.100€ netti, o se la tua attività commerciale/imprenditoriale deve pagare il 70% di tasse, è in primis, grazie al signoraggio e alla truffa monetaria! Se non sei informato… informati in merito!
Cercate su Google o su Youtube il compianto professor Giacinto Auriti, ma anche il più attuale avvocato Marco Della Luna. Ormai la letteratura in materia è ampissima, ed il fatto che nonostante tutto i media – e cosa ancora più grave, i politici – non ne parlino, dovrebbe farvi pensare.
Anche perché sanno benissimo cos’è il signoraggio bancario…
Lo sa Antonio Di Pietro, che ne ha parlato in un’emittente locale:

Lo sa ancora meglio, Beppe Grillo, che fino a qualche anno fa, ne parlava in tutti i suoi spettacoli, mentre oggi che è alla guida di un movimento che esprime oltre 100 tra deputati e senatori, non ne parla più:

Lo sa Giorgia Meloni, che pochi anni fa sosteneva che la politica dovrebbe interessarsene:

Lo sa bene l’ex governatore del Lazio e leader de “La Destra”, che alcuni anni fa prometteva di combattere per la sovranità monetaria, menzionando anche il prof. Auriti.

Di Battista prima di essere eletto affermava “che stava studiando” il signoraggio bancario; ma anche lui non se ne occupa, poiché averne parlato in un paio di episodi non significa certo ‘occuparsene’…

MEDITATE ITALIANI, MEDITATE…

Veritanwo