Fukushima, pescato pesce MOSTRUOSO. Ora ne parla anche Repubblica.it!

Sin da pochi mesi dopo il disastro di Fukushima, sono giunte notizie, spesso con tanto di materiale fotografico o video, di piante, fiori e persino animali nati con malformazioni varie. Ma questo genere di notizie, così come quelle relative alla contaminazione ambientale e alla salute delle persone, sono state sempre censurate dai media, che di Fukushima non parlano più da tempo.

Foto di ©Hirakasa Hiroshi/IBERPRESS

Le immagini degli animali e delle piante malformate di Fukushima hanno avuto spazio solo sul web, dove spesso sono mescolate ad altre immagini “fake”, le classiche “bufale” che hanno contribuito a rendere incredula l’opinione pubblica, inducendola a dubitare di tutto.

Questa volta però la notizia di un pesce, deformato in modo mostruoso, e pescato da alcuni pescatori al largo delle coste giapponesi dell’isola di Honshu, ha fatto il giro del mondo, tanto che la foto è stata pubblicata anche da Repubblica.it (vedi)

Sul quotidiano di De Benedetti viene sottolineato che “non ci sono evidenze scientifiche che la mutazione sia dovuta al disastro di Fukushima“, come del resto pensano in molti, in Giappone, e non solo. Compresi numerosi uomini di scienza, giacché il fatto che le radiazioni inducono malformazioni è notorio. Ognuno si faccia una propria idea.

Inutile dire che il disastro ha avuto ripercussioni anche sugli umani, sui bambini, con l’aumento di tutte le malattie radiazione-correlate. Ma questo quasi tutti i media si guardano bene dall’evidenziarlo, giacché la lobby del nucleare perderebbe consensi.

Veritanwo