Ecco perché a prescindere che sia credente o meno, non puoi difendere la CASTA del Vaticano

La Chiesa predica povertà e vive nel lusso. Predica castità e pratica pedofilia. (E si auto assolve). Si schiera (in modo blando, a chiacchiere) contro la guerra, e va a braccetto con i guerrafondai e con i produttori di armi.

Ma come fa così tanta gente a seguirla ancora?

Di Veritanwo

imagesChe il sottoscritto non nutra grande simpatia per gli ambienti clericali, è arci noto a quanti seguono questo blog. Il Vaticano da sempre coltiva i propri interessi andando a braccetto con tutti i dittatori disposti a scendere a compromessi con la Santa Sede, opponendosi a coloro che ‘osano’ non baciare l’anello.

E’ il caso dei paesi ex comunisti. La Chiesa era arrivata a “sconfessare” i credenti che votavano comunista. La fede come arma di condizionamento politico. E fino a qualche decennio fa, il potere era assoluto. Anche Mussolini, che in gioventù era socialista e anticlericale, dovette genuflettersi al Pontefice per poter governare il paese, in un’epoca in cui i Vescovi avevano di gran lunga più potere dei sindaci.

Sinceramente non conosco quale sia l’origine delle varie religioni, ma quello che è certo è che ormai siano uno dei principali strumenti di controllo delle masse. E se in occidente questo potere si è in parte affievolito, in altre aree del mondo non è così. E non mi riferisco solo al mondo musulmano.

[Leggi: Volete capire a cosa serve la religione? Ecco il video che fa per voi…]

La Santa Sede predica la povertà, pantomima ancora più evidente da quando Bergoglio è stato nominato Pontefice, ma sia come “nazione” che come “classe dirigente”, si comportano in modo ben diverso. Ed è dinnanzi agli occhi di tutti.

Il Vaticano, anche tramite lo IOR e altre società, ha le mani in pasta in multinazionali di ogni tipo. Secondo alcune fonti, persino la pornografia.

A proposito dello IOR: sapete a chi è affidata la presidenza? Date un’occhiata a questo articolo de Il Giornale.  Il Vaticano condanna la guerra (a chiacchiere) ma va a braccetto persino con chi produce ARMI.

Che senso ha condannare un intervento militare di Obama, o di altri, per poi accogliere la stessa persona con tutti i cerimoniali, poche settimane dopo? Oppure recarsi in visita ufficiale?!? Pura ipocrisia. Ma funzionale ad orientare l’opinione pubblica, a non fare capire che siamo in mano a dei criminali. Se il pontefice fosse veramente contro la guerra, non si limiterebbe a qualche predica da Piazza San Pietro. Potrebbe agire e arrivare allo “scontro”, interrompendo le relazioni con i governi guerrafondai. Invece no, figuriamoci.

Oltre a possedere una riserva aurea tra le maggiori al mondo, più ampia di quella di molte nazioni occidentali con decine di milioni di abitanti, il Vaticano possiede ricchezze e beni in ogni dove. Solo in Italia possiede ben 115.000 immobili. Un patrimonio incredibile, che se fosse messo, almeno parzialmente, al servizio dei bisognosi, sarebbe una manna dal cielo. Ovviamente il Vaticano ha proprietà ovunque, in tutto il mondo. E molti paesi, ad iniziare dall’Italia, ogni anno elargiscono miliardi di euro alla Santa Sede.

Ogni anno, tra 8×1000 ed erogazioni varie, il governo versa qualcosa come 6,5 miliardi alle casse del Vaticano. In Germania è prevista addirittura una tassa sulle religioni! Ne sa qualcosa il calciatore italiano Luca Toni, dal quale la Chiesa, in base alle leggi in vigore in Germania, pretende 1,7 milioni di euro relativi alla tassa sulla religione per il periodo che ha vissuto in Germania. Una tassa nell’ordine dei 10€ al mese per un lavoratore medio. Allucinante. E chissà quante altre nazioni prevedono donazioni, elargizioni e altri balzelli in favore del Vaticano!

Alcuni mesi fa, ha suscitato indignazione, sul web, un dossier che parlava delle ricchezze dei cardinali, molti dei quali milionari. Alla faccia della povertà. Finì sui giornali anche il compleanno a base di champagne del Cardinal Bertone, che vive in una lussuosa casa di proprietà del Vaticano.

Diversa è la situazione dei parroci, che percepiscono uno stipendio di 1.000 – 1.200€ più l’abitazione canonica. Molti parroci conducono una vita modesta, umile e al servizio della comunità. Pensiamo ai missionari che si recano negli angoli più remoti del mondo a portare aiuto. Ma ce ne sono anche molti che non si comportano in modo propriamente consono. Le Iene hanno documentato più volte, oltre che casi di abusi e molestie, comportamenti ben poco ortodossi, come la bella vita di un parroco che possiede una bella auto e che affitta a nero degli immobili della parrocchia.

Ma la cosa scandalosa è l’omertà, se non la complicità, di cui godono i sacerdoti che si macchiano di reati gravi come l’abuso sessuale su minori. In molti casi le curie avevano ricevuto numerose segnalazioni e denunce, senza intervenire. Hanno fatto finta di niente per anni, per poi trasferire il parroco altrove quando la situazione diventava insostenibile. E in alcuni casi questi parroci hanno continuato ad abusare di bambini.

In America è emerso uno scandalo di dimensioni epocali, con migliaia di preti pedofili finiti sulla graticola. Ma anche l’inflessibile legge americana, quando si tratta di preti, non è così inflessibile.

Anche in Italia i preti finiti al centro di scandali sono centinaia, e chissà quanti casi non sono emersi, o almeno non lo sono ancora.

Come può avere credibilità una istituzione così? Come possono così tante persone considerare una ‘guida morale’ la Chiesa di oggi?

E quella di “ieri” certo non era migliore.

Inquisizione, caccia alle streghe, crociate, guerre… “in nomine patris”…

Veritanwo

 

2 pensieri su “Ecco perché a prescindere che sia credente o meno, non puoi difendere la CASTA del Vaticano

  1. Non solo il vaticano è responsabile di nefandezze in grande stile. Tutto l’apparato clericale e soprattutto delle onlus come la caritas è al primo posto per schiavizzare i clendestini, sodomizzare i loro figli, violentare le loro madri, incitare alla delinquenza i padri, impossessarsi di patrimoni di uomi o donne sole somministrando farmaci scaduti e inducendoli ad uno stato neuro vegetativo dove loro possono assumere la tutela intergrale del patrimonio. Soros stesso ha capito il grande business da qualche eminenza grigia della caritas e ha accelerato il business. Perchè tutti vengono in Italia perchè c’è un’organizzazione malavitosa che imperversa indisturbata da millenni: La chiesa cattolica.

  2. Articolo non obiettivo, la chiesa non è esente dagli stessi crimini che si compiono fuori dalla chiesa, ma li condanna! Anzi per avvenuti crimini spesso arriva prima una condanna ecclesiastica che una condanna civile!! L’Italia non è lo specchio di ciò che predica il presidente della repubblica e tuttavia persegue chi compie scelleraggini, così è la chiesa. Così è da imbecilli dichiarare criminali tutti i politici quando vi si trova un criminale. E’ anche irragionevole condannare la sola chiesa/preti per pedofilia quando questa è statisticamente nella chiesa inferiore a un millesimo di quella totale, ecc. ecc.
    Siamo obiettivi per favore, saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*