Dopo attentati deputato belga accusa servizi segreti e parla di “nuovo ordine mondiale”

Dopo gli attentati, il parlamentare belga Laurent Louis, del partito “Debout les belges” (che significa “in piedi i belgi”, un invito a “rialzarsi”) ha affidato al suo profilo Facebook in duro sfogo, un vero e proprio atto d’accusa nei confronti del governo belga e dei servizi segreti del paese, inoltre il deputato ha affermato che secondo lui gli attentati del maledetto 11 Settembre 2001 sarebbero “false flag”, e parte di una strategia per instaurare un “nuovo ordine mondiale”.

1474474_1670944059854261_2707393531194521461_nLo sfogo del deputato, in francese, lo trovate qui. Di seguito lo abbiamo tradotto in italiano, evidenziando in neretto le parti più significative.

In questo giorno buio per il Belgio, vorrei rivolgere il mio sostegno e le mie condoglianze alle famiglie delle vittime degli attentati di Bruxelles. Dopo l’aeroporto nazionale, la metropolitana di Bruxelles è stata toccata dagli attentati mortali. La situazione è grave ed è importante chiamare tutti i cittadini alla calma. Naturalmente, l’islamismo radicale sarà ancora una volta reso responsabile di questi attentati, presentati come una vendetta dopo l’arresto di Salah Abdeslam a Molenbeek, avvenuto la settimana scorsa.
Tuttavia, come passare sotto silenzio la responsabilità del governo belga in questi atti orrendi perpetrati questo martedì nella nostra capitale? Di due cose l’una, o i nostri servizi di sicurezza sono incompetenti e incapaci di proteggere i luoghi sensibili come l’aeroporto nazionale o la rete di metropolitana di Bruxelles, o sono gli stessi servizi all’origine di questi attentati.
Vista la situazione attuale, considerato il livello di allerta, è inconcepibile che degli individui siano in grado di entrare in metropolitana o nell’aeroporto nazionale con delle bombe e li farsi saltare in aria. Non oso immaginare che i nostri servizi segreti e i nostri servizi di sicurezza non siano capaci al punto di non poter proteggere efficacemente dei luoghi di così grande importanza.
Come sapete, non ho mai nascosto che pensavo che gli attentati che sono stati perpetrati negli Stati Uniti e in Europa dall’ 11 settembre 2001 erano degli attentati “false flag”, degli attentati attribuiti a delle organizzazioni terroristiche Islamiche ma in realtà perpetrati dai nostri governi per servire gli interessi politico-economiche con sullo sfondo la destabilizzazione del mondo arabo, lo sviluppo dell’islamofobia nel mondo, la concretizzazione del progetto del grande Israele e in fine la realizzazione di un nuovo ordine mondiale che impone un governo mondiale che limita i nostri diritti e delle libertà fondamentali al fine di lottare contro il terrorismo creato da coloro che, nell’ombra, tirano le redini della politica mondiale.
Quando si conoscono le misure di sicurezza che sono messe attualmente in atto nel paese, quando si vede la sorveglianza alla quale tutti i cittadini (soprattutto arabi) sono attualmente sottoposti, è difficile credere che tali attacchi possano essere stati commessi senza l’aiuto e la complicità delle autorità belghe.
A seguito di questi attentati di Bruxelles, e perché è intollerabile che tali atti possano accadere nel nostro paese, in posti chiave ed in un momento in cui i livelli di allarme terroristico sono i più elevati, chiedo a nome del movimento Debout Les Belges le dimissioni del ministro dell’interno, del ministro della giustizia e del primo ministro. O questi ministri sono incompetenti, oppure sono complici ma hanno in ogni caso dimostrato che non meritano il loro posto al governo.

Ovviamente i media belgi e quelli di tutta Europa, si guarderanno bene dal dare risalto a queste esternazioni, perpetrate non da un “complottista” ma bensì da un parlamentare belga, che con grande coraggio, in un momento di cordoglio in cui tutti si sprecano con le classiche frasi di circosfanza, ha il coraggio di fare un attacco così duro…

PRECISAZIONE: Laurent Louis (vedi scheda wikipedia) attualmente non è deputato in carica; lo è stato nella 53° legislatura belga, dal 2010 al 2014, attualmente è esponente politico del partito Debout Les Belges.

Veritanwo

2 pensieri su “Dopo attentati deputato belga accusa servizi segreti e parla di “nuovo ordine mondiale”

  1. Vorrei sapere perchè gli Stati Uniti che non sono mai stati attaccati nella propria Patria, ad eccezione dell’11 settembre se non ricordo male del 2001, dove però pesa l’ombra di un’azione interna del governo Busch per attaccare Bin Laden e poi l’Iraq, hanno una Mappa mondiale di luoghi dove hanno attaccato guerre, guerriglie, rivoluzioni e colpi di Stato per abbattere governi a loro giudizio contrari alle regole della democrazia. Come se loro fossero i destinatari divini del controllo globale del pianeta e gli esportatori della democrazia che in realtà non hanno neanche nel loro Paese. Mentre la Russia e la Cina si sono limitati a controllare qualche Paese ai loro confini, per la Russia ad eccezione dell’Afghanistan, gli Stati Uniti lo fanno in tutto il Mondo. L’Europa non è più una Grande potenza come lo è stata nella Storia, anche se di volta in volta i protagonisti erano Nazioni diverse che si facevano la guerra fra di loro. Oggi è una Comunità economica sempre sotto tutela americana per il controllo della Russia e siccome anche la Cina è diventata una grande potenza adesso il controllo americano è sull’area del vicino e medio Oriente. Per questo non solo ha bisogno delle basi militari in Europa e se necessita dell’appoggio delle nazioni principali, ma ha trovato alleati in Israele, Arabia Saudita e Turchia. Il terrorismo è finanziato e innescato per tenere sotto controllo l’Europa e quell’area strategica. Oltre le finalità del potere delle Multinazionali, della Finanza globale, delle risorse energetiche e minerarie presenti vi è anche la volontà di fare guerra per alimentare le industrie belliche e per eliminare un grande numero di persone? Oltre a quelle che possono ma molto più lentamente morire per maggiori condizioni di miseria, di mancato accesso ai servizi sanitari, per mancanza di acqua e di cibo? Il riscaldamento globale dovrebbe provocare un numero maggiore di migrazioni a livello planetario che non sarebbe sopportabile nell’equilibrio mondiale dei poteri e quindi la cupola massonica e finanziaria potrebbe spingere verso guerre controllate per fare un pò di pulizia etnica e di controllo della crescita demografica mondiale. Sembra assurdo ma potrebbe anche essere vero.

  2. egregio prof. gustavo cecchini…ho letto molto attentamente il suo commento…e concordo in pieno il suo pensiero…penso che ormai tutti noi in qualche occasione il nostro pensare,sia come lei ha scritto…un grazie a lei che in poche righe ha evidenziato purtroppo una triste realta’…saluti luca…

I commenti sono chiusi.