Come verificare se un veicolo è provvisto di Assicurazione “RC Auto” oppure no

Sapevi che qualunque cittadino può verificare, mediante un apposito portale (disponibile come sito web e come App) se un veicolo immatricolato in Italia è regolarmente assicurato oppure no?

Con l’aumento della crisi il numero di auto e moto circolanti sulle strade sprovvisti di regolare polizza assicurativa è aumentato notevolmente. Molte famiglie si sono ritrovate nell’impossibilità di fare fronte alla spesa necessaria per stipulare una polizza RC auto, ma lo “stato di necessità”, dovuto anche all’inefficienza o all’inesistenza di una rete di trasporto pubblico, induce molti automobilisti a porsi alla guida lo stesso. Assumendo grossi rischi, sopratutto in caso di incidente stradale.

L’Italia è uno dei pochi paesi europei dove gli automobilisti devono esibire sul parabrezza dell’auto il contrassegno dell’Assicurazione (tra l’altro facilmente falsificabile) mentre in quasi tutti i paesi avanzati, il controllo viene effettuato tramite la targa. I veicoli assicurati vengono inseriti in un database. Questa novità sta arrivando anche in Italia. Non sarà più necessario esporre il contrassegno.

E’ sufficiente visitare il sito ilportaledellautomobilista.it, scegliere il menù “Verifica copertura RCA” e selezionare se vogliamo controllare un autoveicolo oppure un ciclomotore. E’ sufficiente inserire il numero di targa del mezzo, e il sistema ti comunica se il mezzo è assicurato oppure no.

Il servizio è “patrocinato” da CIS viaggiare informati e Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, ed è attendibile.

Una funzione che può fare molto comodo, nel caso restiate coinvolti in un incidente stradale. Utilizzando uno smartphone, potete verificare facilmente e istantaneamente se il veicolo che vi ha urtato è provvisto di regolare assicurazione oppure no.Affidarsi ai moduli del “CID”, per la risoluzione della controversia, è comodo e utile quando entrambi i veicoli sono regolarmente assicurati. Ma fare la “constatazione amichevole di incidente” con un mezzo non provvisto di assicurazione può essere una grana, in quanto la controparte non ha nessuna compagnia assicurativa alla quale denunciare il sinistro. E se dopo l’incidente, nonostante il CID, nega il coinvolgimento, sono grane. Ottenere un risarcimento diventa un’impresa, sempre nel caso che ci riusciate.
Il servizio in questione vi permette di fare una verifica istantanea, e nel caso vi accorgiate che l’altro veicolo non è assicurato, è certamente preferibile richiedere l’intervento delle forze dell’ordine. Effettuate il controllo in modo ‘discreto’, senza far capire alla controparte che lo state effettuando. Se emerge che il veicolo non è assicurato, se non siete soli, chiedete al vostro compagno di allontanarsi qualche metro e richiedere l’intervento delle forze dell’ordine, mentre voi cercate di “prendere tempo” in attesa del loro arrivo, chiacchierando, facendo finta di guardare i danni, oppure chiedendo di concedervi alcuni minuti per fare una telefonata importante. Certo l’intervento delle ff.oo. non vi assicura che sarete risarciti, ma sicuramente eviterete molte complicazioni, e avrete prove certe dell’incidente.Veritanwo