COME RICONOSCERE UNA STREGA

Bastava poco, la storica inglese Justine Glass, dice che “per far giudicare una donna come strega, bastava una denuncia al giudice inquisitore da parte di un testimone qualificato, se ciò non era possibile, da un testimone non identificato, se nessun testimone voleva comparire, bastava una generica voce”. Jacob Sprenger, inquisitore generale nel XV secolo, asseriva che “la testimonianza di un uomo di cattiva reputazione o di un criminale è ammessa….è tanto grande il flagello dell’eresia che in un’azione di questa sorta, ogni malfattore criminale può portare testimonianza contro qualsiasi persona.” Carlo Magno era più saggio, nel 805, nei suoi Capitolari, dichiarava che bisognava senz’altro “castigare maghi, fabbricanti di filtri o di fatture, indovini o stregoni” precisando però che “ il loro esame deve essere abbastanza moderato da risparmiare la loro vita, i disgraziati saranno tenuti in prigione, finchè con ispirazione divina, prometteranno di correggere i loro peccati”. Re Giacomo I d’Inghilterra temeva la stregoneria e si adoperò contro di essa; scrisse nel 1597 un manuale che elencava i metodi per individuare le streghe.

13061953_981976561886418_603359032735910064_nFra questi c’era la raccomandazione di provare a farle piangere perché a quanto diceva “esse non possono nemmeno piangere”. Oppure consigliava di infilzare spilli nel corpo dell’indiziata fino a che non veniva scoperto il “Segno del Diavolo” che si riteneva fosse una parte del corpo insensibile al dolore. Oppure la strega con mani e piedi legati doveva essere gettata in uno stagno o in un fiume: poiché l’acqua era il liquido del battesimo, questa avrebbe buttato fuori il corpo di ogni disgraziata legata al diavolo e così sarebbe stata giustiziata come strega, se invece era innocente sarebbe annegata. Pazienza, in ogni modo il problema veniva risolto. La domanda che a questo punto si pone è questa: perché i re, gli imperatori, i papi e tutti i tirapiedi a ogni livello della loro organizzazione hanno massacrato migliaia di persone inutilmente? Di cosa avevano paura? Dall’alto medioevo ad ora non è cambiato nulla. Pensiamo invece di come erano tenuti in considerazione gli aruspici etruschi, di come era importante la filosofia dei greci, i riti magici degli egiziani e prima di loro di tutti gli altri popoli vissuti in Medio Oriente come i sumeri, gli Accadi ecc. Perché è avvenuto questo cambiamento? La risposta è facile, da quando il sistema si è organizzato per la “ idiotizzazione” delle masse, quelli “diversi”, quelli che pensano con la loro testa, che si fanno domande, che vanno controcorrente, che cercano finchè non avranno trovato, che non ubbidiscono, fanno paura e vengono soppressi in ogni modo fino a che non rimangono soli . La guerra delle streghe non è mai finita.

A.C.