Buonanno vittima di un complotto? Noi crediamo di No. Vediamo perché

Dopo la morte dell’eurodeputato e sindaco leghista Gianluca Buonanno, diversi blog, per lo più schierati con il centrodestra, e la testata giornalistica Il Giornale, hanno avanzato l’ipotesi che si sia trattato di un “complotto”, non un “incidente fortuito”, ma un omicidio orchestrato per mettere a tacere la presunta scomoda voce del politico. Senza voler mancare di rispetto in alcun modo al defunto, illustrerò il mio punto di vista in merito.

Di seguito pubblico le riflessioni proposte da alcuni miei contatti, che mi sono capitate dinnanzi su Facebook:

Il video suggerito a margine del post, è il seguente:

Un altro post sullo stesso tenore:

Se desiderate vedere l’immagine con risoluzione più alta, cliccate su quella di seguito.

buonanno complotto

Il fatto che alcune testate abbiano pubblicato delle foto diverse tra loro, potrebbe indicare anche semplicemente che qualcuno, non avendo foto dell’incidente, ha usato “foto di repertorio”, prassi molto usata e “normale” tra i giornalisti, specie tra le piccole testate locali.

Il primo post invece, sostiene che “nessuno ne parla”, e ciò non mi sembra affatto corrispondere al vero. Ne hanno parlato tutte le tv, i giornali e molti politici, avversari compresi. Il post inoltre rimanda ad un video, volendo evidenziare che Buonanno parlava di cose scomode. Guardate il video. L’Eurodeputato leghista non dice NIENTE che non sia normale dialettica e dibattito politico. NON propone il ritorno alla sovranità monetaria e la cessazione del signoraggio bancario, bensì chiede che le banche limitino al 3% gli interessi che possono pretendere sui titoli di stato. Il 3% di 2.200 miliardi (di debito pubblico) fa comunque una bella somma. Anziché chiedere che sia lo stato a gestire la moneta, Buonanno chiedeva, sostanzialmente, ai banchieri privati di rubare meno,  limitandosi al 3%. Quella sul fatto che la BCE non è “prestatore di ultima istanza” inoltre, è una battaglia che hanno portato avanti in molti, anche su riviste come Limes. da M5s, con gli eurobond, fino a Berlusconi, in campagna elettorale. Non sembra assolutamente un motivo per essere ucciso. Se fosse così, sarebbe una carneficina.

Il parallelo con l’austriaco Jorg Haider

In molti hanno proposto un parallelo con il leader dell’estrema destra austriaca Jorg Haider. Ma il paragone, non mi sembra affatto calzante. Per prima cosa, Haider era un leader politico, governatore della Carinzia, era in forte ascesa e “rischiava” seriamente di andare al governo, da protagonista, se avesse continuato la sua azione politica. Buonanno invece era un eurodeputato come tanti, sicuramente più istrionico e spregiudicato, capace di provocazioni, ma sempre in tema di immigrazione e sicurezza. Quanto al sistema bancario, come abbiamo visto, senza nulla togliergli, non proponeva niente di eccezionale. Era sindaco ed eurodeputato, ma non era uno dei principali leader della Lega Nord, non ha mai avuto incarichi ministeriali o governativi come Zaia, Calderoli, Maroni e molti altri. Fermo restando, che le politiche della Lega non espongono certo i loro membri al rischio di ritorsioni da parte di servizi segreti o simili. Di partiti come la Lega è piena l’Europa, e spesso con certi poteri, ci vanno a braccetto o comunque, non ci si scontrano. Temi come la sovranità monetaria ed il signoraggio sono tabù. Al contrario, alimentano il “divide et impera” e distraggono le masse distogliendo l’attenzione da problemi come il signoraggio bancario.

Haider, premesso che io non ero e non sono un suo “fans”, era molto più incisivo, contro il sistema bancario, e non solo. Informatevi sulle sue battaglie, proposte, posizioni.

Sul sito-memoriale, in italiano, joerghaider.it possiamo leggere alcune sue frasi:

“Diamo soldi ai terroristi, diamo soldi ai giornali violenti, diamo soldi ai loschi personaggi lavativi e non abbiamo soldi per le persone oneste.”

“Quello di cui abbiamo bisogno è la protezione dai prodotti rovinosi, in verità le banche sono una mafia gigantesca ed hanno avvelenato tutto il mondo, con questi prodotti.”

Haider faceva politica in un’epoca diversa, rispetto a quei tempi l’Europa, la situazione economica e sociale, sono profondamante cambiate. Ma il paragone, non appare proponibile. Sul caso di Jorg Haider, potete guardare questo video.

Prima di scrivere questo articolo, mi sono preso tutto il tempo per cercare, leggere le varie supposizioni, informarmi approfonditamente sulle attività del deputato, e non ci ho trovato niente che potesse “valere” una sua condanna a morte da parte di poteri oscuri. Se avessero dovuto far fuori lui, dovrebbero farne fuori molti, in Europa. Ad iniziare dal politico belga Laurent Louis, che parla di signoraggio bancario e di come dietro agli attentati terroristici ci siano i servizi segreti occidentali. Affermazioni di ben altro “spessore”, che Buonanno non ha mai pronunciato.

Mai dire mai, per carità. Questo articolo illustra solo il mio modesto parere, ma personalmente nel caso dell’eurodeputato leghista, sono propenso a credere alla fatalità. Che purtroppo, ogni tanto capitano, anche a chi riveste importanti incarichi. Se gli fosse accaduto qualcosa come all’ex questore Arrigo Molinari, ucciso con 22 coltellate da un ladro rimasto impunito. (evento rarissimo… i topi d’appartamento difficile si spingano a rischiare l’ergastolo per un furto).

Altri casi di veri complotti passati invece inosservati

L’ipotesi complotto per Buonanno è stata caldeggiata da molte parti, invece in casi ben più eclatanti, come quello di alcuni collaboratori di Falcone, accaduti alcuni anni fa, nessuno ne parlò. Eppure in quel caso, le circostanze erano davvero strane. Leggete questo articolo di nocensura e questo sul blog di Beppe Grillo sul giudice Barillaro. Questi casi sono davvero sospetti… notare le differenze e le circostanze.

Se gridiamo “al lupo, al lupo” senza motivo, poi quando c’è davvero il lupo, nessuno ci crede… attualmente su Buonanno, ho letto solo tante supposizioni e persino bufale, come i blog che hanno parlato della morte anche della moglie, che fortunatamente è viva.

Veritanwo

2 pensieri su “Buonanno vittima di un complotto? Noi crediamo di No. Vediamo perché

  1. Pensate che nemmeno sul blog del suo amichetto demente Marcione, o come cazzo si chiama, si possono inserire commenti perché sono consentiti solo ai componenti del team, quindi è impossibile che qualcuno possa ribattere! Volevo scrivere quanto segue e vedere dopo quanto veniva cancellato.

    Potreste fare gli sceneggiatori, ma al massimo dell’avanspettacolo di basso profilo perché siete patetici! Ma sulla base di cosa scrivete ‘ste stronzate che poi capita gente di merda come “tommix” che realizza un video del cazzo su Youtube e cancella sistematicamente ogni messaggio di chi non la pensa come lui oppure lo contraddice palesemente?! Alla faccia del “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure” che avete il coraggio di scrivere nel blog! Intanto Gianluca, oltre ad essere perennemente al telefono anche in auto, aveva il brutto vizio di non allacciarsi mai la cintura di sicurezza, l’ho potuto notare già 14 anni fa quando l’ho conosciuto a Varallo e conosco gente che collaborava strettamente con lui che ha confermato, la moglie (seduta davanti) che infatti le indossava si è solo rotta la clavicola. Poi se volete riportare le notizie, fatelo per intero, a cominciare dal messaggio di Newsbiella nel cui testo si evince che l’articolo è stato scritto domenica sera, mentre voi vi siete limitati a riportare il titolo dove è stata inserita un’ora sbagliata solo per far credere che l’incidente fosse capitato al mattino, quando invece le testimonianze (riportate da più giornali) del prete e del guidatore dell’auto tamponata e dei suoi passeggeri hanno dimostrato sia che sono partiti nel pomeriggio sia la dinamica dell’incidente! Le telecamere poste sul ponte poco prima del punto d’impatto (ce n’è una per ogni corsia, nei due sensi di marcia, per riprendere i veicoli in transito e riconoscere le targhe per il pagamento del pedaggio col nuovo sistema Free Flow) funzionano sia di giorno che di notte, con qualsiasi condizione meteo e hanno una risoluzione tale da poter vedere anche nell’abitacolo. Al momento dell’incidente non pioveva (io ero a Busto Arsizio fin dopo le 17 e c’è sempre stato il Sole) inoltre nelle foto si vede la parte asciutta della strada dove è stato adagiato Gianluca per tentare di rianimarlo (appena dietro la Beetle da cui è stato estratto dal portellone, vedi sedile guidatore e posteriore sinistro abbassati, dopo aver tolto quanto era nel baule e cappelliera che si vede sul prato), e quindi se fosse stato investito sarebbe stato sbalzato molto più in là (non esprimo neanche un giudizio su quest’ultima boiata dell’investitore misterioso…). Il crash test non è per nulla paragonabile a questo impatto in quanto là è contro un ostacolo fisso non deformabile (muro), qui contro un ostacolo mobile deformabile (vettura) che ha assorbito parte dell’impatto, la velocità (anche se i danni sembrano simili) doveva essere quindi superiore ai circa 65 km/h dichiarati. Il filmato pubblicato sul sito della Prealpina è stato girato vicino a quel gabbiotto sulla destra (poco dopo il ponte con le telecamere) usando lo zoom che pertanto ha falsato le distanze, guardando infatti il punto su Google Street View si vedono appunto nell’ordine il guard-rail con catarifrangente arancione, il cartello di preavviso della piazzola di sosta, il pannello a led, le gallerie e sullo sfondo il traliccio e il campanile, questo anche per chi ipotizza che siano state usate immagini di un altro incidente. A proposito della palina, essendo fatta di plastica vuota e flessibile, è fatta in modo che possa piegarsi e tornare come prima in caso di impatto con un veicolo, inoltre non è detto che la Mercedes abbia seguito una traiettoria che andasse ad investirla, può semplicemente essere passata dietro e poi (essendo sul tratto in discesa del terrapieno) essersi fermata in quella posizione. Ora se volete continuare con le vostre segone mentali, fate pure, ma magari astenetevi, almeno in rispetto del morto e dei suoi familiari che hanno chiesto (si può vedere sulla pagina FB “Sei di Borgosesia se…”) di smetterla con questi video di fantasiosi complotti, giacché si è trattato solo di una fatalità!

    http://www.newsbiella.it/2016/06/05/leggi-notizia/argomenti/cronaca-5/articolo/incidente-stradale-e-morto-gianluca-buonanno.html http://www.laprovinciadicomo.it/stories/Cronaca/cosi-e-morto-lonorevole-buonanno-parla-il-testimone-dellincidente_1186567_11/ http://www.lastampa.it/2016/06/10/edizioni/vercelli/buonanno-morto-per-una-distrazione-TRpWm72nUQMIoIpPWfT37L/pagina.html http://www.ilgiornale.it/news/cronache/incidente-gianluca-buonanno-risultato-dellautopsia-1270276.html

I commenti sono chiusi.