Aumentano le tasse, diminuiscono i servizi: dove vanno i nostri soldi?

La domanda che dovremmo farci è la seguente:   Come è possibile che le tasse siano AUMENTATE enormemente nonostante i servizi al cittadino siano stati TAGLIATI ???   Appare una domanda banale, scontata, ma non c’è un – 1 – giornalista che la ponga, che offra spiegazioni, che affronti la questione con qualche politico.   Apparentemente è un controsenso. Tagliando … Continua a leggere

Allarme censura: leggilo e condividilo! E’ molto importante!

Ora che siamo tutti iscritti ai social, anche grazie alla libertà di espressione hanno consentito fino ad oggi, arriva la CENSURA! Dopo tanti tentativi di censura da parte della politica rispediti al mittente dai cittadini – perché censurare avrebbe fatto perdere troppi consensi ai vari governi – la CENSURA potrebbe arrivare dall’Antitrust, ovvero l’Autorità garante della concorrenza e del mercato, … Continua a leggere

Israele censura Facebook (e le violenze nei territori)

Mentre in Italia ed in occidente con la scusa di contrastare le bufale si vuole imbavagliare tutte le voci fuori dal coro, in Israele il problema del governo non è quello dell’opposizione politica, o dei cittadini indignati che denunciano sprechi, ruberie e altro: ma quello delle immagini provenienti dai territori occupati.   Con la scusa di eliminare i “contenuti violenti” … Continua a leggere

De Angelis “demolisce” Biglino e lancia una SFIDA: “parla di teorie pseudo-storiche senza fondamento”

Riceviamo e pubblichiamo la sfida aperta per un confronto pubblico lanciata dallo scrittore e antropologo Alessandro De Angelis, autore di numerose pubblicazioni, insieme al giovane scrittore Di Lenardo, al celebre scrittore Mauro Biglino: che ci auguriamo non si sottragga al confronto pubblico. Come saggisti, noi, Alessandro De Angelis e Andrea Di Lenardo (quest’ultimo di soli 22 anni e studente universitario … Continua a leggere

Le 5 stranezze dell’attentato di Berlino

Elena Trojanova, The Duran 22 dicembre 2016 Dato che inchiesta e caccia all’uomo dell’attentatore continua(va)no, ecco cinque cose da considerare. 1) La reazione di Merkel. Un attentato orrendo su un mercato di Natale a Berlino, il 19 sera, causava 12 morti e 48 feriti. La cancelliera Merkel, tuttavia, solo il giorno successivo, circa 15 ore dopo, ne parlava. “Ero sconvolta, scioccata … Continua a leggere

Torri Gemelle, Charlie Hebdo, Berlino: se i terroristi perdono sempre i documenti…

Da: piccolenote.ilgiornale.it Sul camion assassino di Berlino è stato ritrovato un documento che porta sulle tracce del killer. Sarebbe un tunisino e ora lo stanno cercando. È anche trapelato il nome ma non lo riportiamo per senso di pudore. Spieghiamo: questa storia di documenti ritrovati su macchine usate per gli attentati è roba abusata. Fin dall’11 settembre, da quando il documento … Continua a leggere

Ambasciatore russo ucciso: 8 colpi a distanza ravvicinata e niente lago di sangue

Mentre le autorità tedesche hanno diramato la notizia che l’attentatore di Berlino è stato identificato perché ha dimenticato nel camion i suoi documenti – come nel caso dell’attentato al Bataclan, ed in diversi altri episodi – anche l’uccisione dell’ambasciatore russo in Turchia sembra presentare diversi punti oscuri. L’assenza di altri appartenenti alle forze dell’ordine, oltre all’omicida: che dopo aver aperto … Continua a leggere

La pagliacciata dei Forconi e l’indifferenza dei politici alla POVERTA’ di 5 mln di italiani

Dopo aver proclamato la “grande mobilitazione” sui social per settimane, una dozzina di attivisti del “9 dicembre Forconi” si sono ritrovati in piazza Montecitorio per protestare contro il governo. Per attirare l’attenzione mediatica su di loro nonostante il clamoroso flop della manifestazione, hanno messo in scena l’arresto di un “deputato illegittimo”, dinnanzi alle telecamere dei media pronte a cavalcare e … Continua a leggere

Liste d’attesa lunghe in ospedale? Hai diritto alla visita privata pagando solo il ticket MA NESSUNO LO SA!

Con i numerosi tagli alla sanità effettuati dai governi degli ultimi 20 anni e la chiusura di numerosi ospedali periferici, aumentando il bacino di utenza di altri ospedali, numerose strutture sanitarie sono nel caos, e le liste d’attesa per effettuare esami in ospedale diventa lunghissima. Ovviamente se siete disposti a pagare la visita privata e cacciare fogli da 100 euro, … Continua a leggere

Ecco perché le canzoni di”Bello Figo” vanno fermate

Vorrei dire la mia sul nuovo “fenomeno” del momento, nato sul web e sbarcato sul piccolo schermo, sollevando un caso nazionale. Mi riferisco il cantante rap Bello FiGo, autore di controverse canzoni, venuto alla ribalta della cronaca nazionale dopo la sua partecipazione al programma televisivo di Belpietro, dove si è confrontato con la Mussolini e con un mediatore culturale di … Continua a leggere