Aereo russo precipitato sul Sinai: è stato abbattuto. Cosa bolle in pentola?

Nella giornata di ieri un aereo russo, con a bordo 224 persone tra i passeggeri ed i membri dell’equipaggio, è caduto sul Sinai. Sin dal primo momento una delle ipotesi più gettonate era quella dell’attentato, e già oggi appare chiaro che l’aereo sia stato distrutto mentre era in volo. I detriti dell’aereo sono stati ritrovati in un’area ampia 20 km, segno evidente che è stato distrutto in alta quota.

Un'immagine del luogo del disastro - Da Russia Today

Ora gli investigatori ed i periti balistici che Putin ha immediatamente inviato sul luogo del disastro, dovranno chiarire se l’aereo è stato abbattuto da un’ordigno presente all’interno dello stesso, oppure se è stato colpito da un missile. Per ora è impossibile avanzare un’ipotesi, ma probabilmente avremo una risposta nelle prossime ore.

ISIS ha rivendicato l’attentato, ma sia il governo russo, che i governi occidentali, al momento non ritengono attendibile la rivendicazione, inoltre ritengono che i miliziani della zona non siano in possesso di sistemi d’arma capaci di buttare giù un aereo in quota. Le compagnie aree comunque, eviteranno la tratta.

Da notare come i media occidentali, e tra questi ovviamente i nostri, abbiano accantonato immediatamente la notizia, molto più in fretta di quanto accadde quando il volo MH17 fu abbattuto sui cieli dell’Ucraina, con il tentativo di addossare la responsabilità ai guerriglieri separatisti filorussi.

Anche la vicenda del MH17 è stata ben presto posta nel dimenticatoio, l’Europa evidentemente non ritiene opportuno investigare a fondo per capire chi ha lanciato il missile Buk che è stato appurato abbia abbattuto il volo.

Ora è toccato ad un aereo russo, e alla luce delle aspre tensioni tra Russia e Usa-Europa degli ultimi mesi, dalle sanzioni economiche alla corsa agli armamenti, non viene da pensare niente di buono. Chi ha abbattuto l’aereo? C’è lo zampino di qualche agenzia di intelligence occidentale? Una ritorsione contro la Russia?

Se sarà così, è lecito aspettarsi una risposta russa. E un ovvio peggioramento delle relazioni internazionali. Staremo a vedere.

Veritanwo